Report monitoraggio COVID

Report Monitoraggio COVID nei Nidi e Scuole dell'Infanzia della Cooperativa Gialla

Periodo di riferimento: 01/09/2020 - 15/01/2021

 

In totale, a settembre 2020, abbiamo riaperto 42 strutture tra nidi e scuole dell’infanzia, che hanno ospitato ad oggi in media circa 900 bambini.

Attuando scrupolosamente i Protocolli di Sicurezza, tra l’altro condivisi anche con il Ministero della Salute e applicati all’interno del suo nido aziendale, i numeri raccolti finora ci raccontano la storia di un enorme sforzo collettivo, compiuto nell’ottica del benessere e della tutela dei bambini, delle loro famiglie e degli operatori in servizio.

 

Ma non solo, ciò che ci preme sottolineare è il fatto di esser riusciti a mantenere attive e funzionanti tutte le strutture; non aver lasciato nessun bambino a casa, studiando una rivalutazione di organizzazioni, spazi e ambienti garantendo l’accesso a tutti, è stato un lavoro sinergico che ci rende fieri.

Abbiamo superato numerose criticità nel corso di questi mesi: l’abbiamo fatto anche grazie al personale che opera nelle nostre strutture e che ringraziamo.

Abbiamo dovuto affrontare situazioni eccezionali mai viste prima, le mascherine che limitano il “contatto” visivo bambino/educatore, gli ingressi scaglionati, le sanificazioni continue, oltre ad un confronto costante con tutti i dipartimenti di prevenzione ASL delle 9 Regioni italiane in cui siamo presenti. In più, la difficile relazione a distanza con le famiglie, poiché a loro non è permesso entrare nelle strutture. Un lavoro molto pesante, di cui spesso non c'è evidenza diretta.

 

Le nostre misure quindi stanno funzionando, come ci dicono i numeri raccolti finora solo l’1,52% dei bambini che frequenta una struttura Gialla è risultato positivo ovvero solamente 14 bambini su 910, spesso contraendo il virus su link esterno alla scuola. Anche l’incidenza di contagio tra gli operatori è bassissima, così come la percentuale di bolle sospese per quarantena preventiva. Dati incoraggianti che fanno sicuramente ben sperare per il futuro, così come l’altissima percentuale di strutture “Covid-Free” ovvero dove nessun bambino o operatore ha contratto il virus e dove nessuna bolla è mai stata sospesa: sono il 73,80% ovvero 31 strutture su 42.

 

L’opinione pubblica in questo momento parla ed è concentrata quasi esclusivamente sulla DAD per le scuole medie e superiori ma si dimentica che ci sono tutti i servizi educativi all’infanzia 0/6 anni, che sono invece aperti e funzionanti con grandi sacrifici da parte di tutti. Ricordiamo anche che in estate, con scarsissimo preavviso, abbiamo reso disponibili i centri estivi in molte strutture. Abbiamo fatto quindi tutto il possibile per assicurare ai bambini una quasi normalità, non appena ci è stato possibile farlo.

 

Ciò che inoltre ci rende veramente orgogliosi è però il fatto di aver mantenuto comunque alto lo standard e il livello qualitativo del progetto pedagogico che proponiamo; anche se organizzati in maniera differente dal solito, contenuti in rigidi schemi e protocolli, i bambini continuano ogni giorno a poter usufruire di tutte quelle attività alle quali erano abituati prima del Covid mantenendo, per quanto possibile, una sorta di continuità educativa pre e post pandemia.

Tutte le equipe educative, circa 370 operatori in 9 Regioni, hanno saputo adeguarsi con molta resilienza a questa “nuova normalità”, con professionalità e senso di appartenenza alla Cooperativa.

Anche le famiglie, che ringraziamo, hanno fatto e continuano a fare la loro parte; la grande collaborazione che stanno prestando dal primo giorno nel rispetto di tutte le misure di prevenzione adottate, rende ancora più efficace l’intero sistema di sicurezza e rafforza il patto di corresponsabilità condiviso e l’alleanza educativa tra nido/scuola e famiglia.

 

Un caro saluto a tutti

 

Laura Gambescia, direttore generale della Cooperativa Gialla

Scrivi commento

Commenti: 0