Quando la crisi familiare entra nei servizi educativi

Richiedi informazioni

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti


Destinatari

Educatori, Insegnanti, Operatori, Psicologi e le figure che operano nei contesti socio-educativi.

Giorni e orari

Sabato 1 febbraio 2020

dalle ore 9.30 alle ore 17.00

(tra le ore 13.00 e le ore 14.00 lunch break)

Sede di svolgimento

Via Monte Nero, 31 Guidonia Montecelio

c/o Sede Direzionale



Descrizione del corso

Le fasi che la famiglia percorre nella propria evoluzione sono scandite da una serie di eventi. Ogni volta che la famiglia accede ad una nuova fase, ha bisogno di ristrutturarsi perché deve affrontare una situazione nuova che mette in crisi le vecchie modalità di funzionamento. L’assetto familiare e le relazioni tra i membri della famiglia hanno bisogno di cambiare.

Il passaggio da una fase all'altra può essere un momento critico perché richiede ai membri della famiglia di cambiare qualcosa in se stessi e nel loro modo di relazionarsi e non sempre le persone sono pronte a mettere in atto i cambiamenti necessari. La famiglia infatti è soggetta a cambiamenti continui, che intervengono su due diversi livelli. Da un punto di vista temporale, questa ha un passato, un presente, ed un futuro; da un punto di vista psicologico rappresenta una realtà conflittuale, composta da individui che devono trovare modalità di intesa affinché l'insieme possa funzionare in modo adeguato. Infine, da un punto di vista sociale, non si può tralasciare il fatto che la famiglia rientra in un contesto più ampio, un macro-contesto, cioè la società di cui fa parte.

E’ fondamentale l’aspetto della corresponsabilità tra servizio educativo e famiglia, la tensione verso una sintonia educativa, in modo tale che il bambino senta che c’è un filo che lega l’esperienza che vive nel servizio con quella che vive a casa. I genitori sono il punto di riferimento del percorso di crescita e di educazione del bambino: attraverso il racconto della famiglia l’immagine del bambino si completa, si arricchisce di particolari, si carica di significati. Diventa così più facile per gli operatori seguirlo nella sua crescita, valorizzandone le potenzialità e supportandolo nei momenti di fragilità.

Il corso intende approfondire l’interazione tra servizio educativo e famiglia, in particolare nelle situazioni di criticità come: separazioni, affidamenti, adozioni, lutti o eventi traumatici.

Costo

€ 60,00 entro il 20 dicembre

Docente

Dott.ssa Claudia De Giglio

Psicologa dello sviluppo iscritta all'Ordine degli psicologi del Lazio, consulente sessuale, operatrice training autogeno e psicoterapeuta sistemico relazionale in formazione. Esperta in psicologia perinatale, è stata consulente presso i reparti di ostetricia e ginecologia in alcune strutture della Capitale e presso il consultorio familiare e il TSMRE della ASL Roma B. Attualmente ricopre il ruolo di Segretario della consulta dell’Ordine degli Psicologi del Lazio e supervisore psico-pedagogico nei servizi educativi.



Iscriviti subito online