Rafforzare le difese immunitarie dei bimbi? A tavola si può!

L'inverno è alle porte e, insieme a lui, tutta una serie di malanni grandi e piccoli. Raffreddore, tosse, influenza, mal di gola, dolori alle orecchie. Medicine a parte, l'alimentazione ci può aiutare a potenziare le difese immunitarie dei più piccoli?

Abbiamo chiesto alla dottoressa Francesca Naimo, biologa nutrizionista di riferimento della Cooperativa Gialla, qualche consiglio su come affrontare i primi freddi a tavola.

 

Dottoressa, è vero che il cibo può aiutare le difese immunitarie nostre e dei bambini?

Certo, gli alimenti di stagione aiutano a rinforzare il sistema immunitario, proteggendoci dai malanni invernali.

 

Cosa dovrebbe comprendere, e in quali quantità, la dieta per affrontare la stagione fredda?

Si consiglia di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno, in particolare agrumi, kiwi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza. Un'altra buona abitudine è usare il limone per condire le pietanze in quanto facilita l'assorbimento del ferro presente negli alimenti che, a sua volta, potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.

 

Quali alimenti non dovrebbero mai mancare?

Gli alimenti ricchi di vitamina C, ad esempio gli agrumi, l'olio extravergine di oliva che contiene vitamina E e poi il latte e i latticini ricchi di sostanze antiossidanti, in particolare zinco, selenio e vitamina A.  Basti pensare che in 50 gr. di Grana Padano ci sono 112 mcg di vitamina A che rappresentano circa il 28% del fabbisogno giornaliero dei bambini di età compresa tra 1 e 6 anni e 5,5 mg di zinco che coprono il fabbisogno giornaliero di oltre il 50 % dei bambini.  Non bisogna poi dimenticare la vitamina B, importantissima per il funzionamento del sistema immunitario e la produzione di anticorpi che si trova nel tuorlo d'uovo, nel lievito di birra ma anche nel latte, soia, germe di grano, riso integrale, fagioli freschi, lenticchie, nocciole, mandorle, cavolo e cavolfiore.

 

Sappiamo però che i bambini amano poco le verdure. Come fare per convincerli a mangiarle?

Possiamo proporre i passati di verdura, nascondere le verdure dentro polpette e piccole frittatine, organizzare dei piatti curiosi e allegri ed eventualmente coinvolgere in prima persona il bimbo nella loro preparazione.

 

Capita spesso di sentir parlare dei probiotici. Cosa sono e dove si trovano?

Sono microrganismi non patogeni presenti negli alimenti o aggiunti ad essi, capaci, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l'organismo. Ad esempio i lactobacilli e i bifidobatteri sono i tipi più comuni di microrganismi probiotici. L'uso di probiotici e prebiotici è consigliato poiché, equilibrando la flora batterica intestinale, migliorano le funzionalità dell'organismo e potenziano le difese immunitarie. Sono presenti nello yogurt e nei vegetali, come aglio, cipolla, pomodoro, carote, cicoria, orzo ecc.

 

Possiamo fare prevenzione contro le malattie da raffreddamento usando rimedi naturali? E quali?

La prevenzione naturale poteva cominciare già a fine agosto, ma anche adesso che siamo alle porte di novembre possiamo iniziare con tintura madre di Propoli, un antibiotico naturale, (10 gocce al giorno di preparato analcolico in un bicchiere di succo di frutta o nel latte) ed Echinacea (mezza capsula di estratto secco al giorno, sempre diluito in acqua o succo) per circa un mese. Il trattamento va ripetuto ciclicamente dopo una pausa di 15-30 giorni.

Per quel che riguarda la salubrità dell'ambiente domestico o dell'auto, si potrà utilizzare una miscela di oli essenziali dotati di azione antisettica, antivirale e che potenziano le difese immunitarie come eucalipto, basilico, rosmarino, ginepro.  Questi oli balsamici hanno inoltre la capacità di richiamare il sangue dai tessuti interni e di fluidificare le secrezioni, donando un sollievo immediato.

 

Molti genitori fanno ricorso ad integratori di vario genere nella speranza di difendere i propri figli da influenza e raffreddore. Sono davvero efficaci?

Se usati secondo le indicazioni dello specialista sono validi, sempre meglio evitare il fai da te o i consigli di amici e parenti. Esistono dei fitoterapici come quelli a base di Sambuco che si rivelano alleati eccellenti nel sostenere il sistema immunitario di adulti e bambini, grazie alla sinergia di Panax quinquefolium, una pianta originaria del nord America dalle proprietà immunomodulanti, con il Sambucus nigra, pianta europea il cui succo è noto per la prevenzione di raffreddore e influenza grazie ad un'azione antivirale e antiossidante.

 

Ci suggerisca una ricetta gustosa per invogliare i bambini a mangiare le verdure di stagione…

Consiglio il tortino di verdure, sano e colorato.

La ricetta

Ingredienti

  • olio evo
  • patate
  • uova
  • carote, zucchine, zucca
  • parmigiano reggiano
  • pangrattato q.b.
  • un cucchiaio di latte
  • un pizzico di sale

 

Preparazione

Lessare le patate e cucinare gli ortaggi in modo da renderli morbidi e facili da schiacciare. Appena raggiunta la giusta cottura metterli in una terrina e schiacciarli con una forchetta, amalgamandoli con l’uovo, il parmigiano, il latte, il sale ed il pangrattato. Disporre il tortino in una teglia antiaderente e cuocere in forno a 180°C, fino quando si forma una doratura sulla superficie del tortino.

L'esperta

La dottoressa Francesca Naimo, biologa nutrizionista, è il punto di riferimento della Cooperativa Gialla per quanto riguarda l'alimentazione dei bimbi. Cura per la Cooperativa i menù degli asili, le tabelle dietetiche, i ricettari e conduce incontri con le famiglie sull'educazione alimentare per bambini e per tutta la famiglia dal titolo "Mangio Bene e Cresco Meglio!". 

 

Laureata in Scienze Biologiche presso l'Università agli studi di Messina, abilitata all'esercizio della Professione e regolarmente iscritta all'Ordine Nazionale dei Biologi n. 063643. Per circa 15 anni ha lavorato nel settore farmaceutico per una nota azienda americana nel dipartimento di Drug Discovery. Ha poi ampliato la formazione universitaria partecipando ad un Master di Formazione in Dietologia e Nutrizione Clinica con successivo tirocinio presso il Reparto di Diabetologia dell'Ospedale San Camillo Forlanini di Roma. La formazione è sempre continua con diversi corsi di formazione e perfezionamento inerenti la nutrizione umana e la dietologia, la nutrizione pediatrica, la nutrizione in menopausa, la nutrizione nello sport. Link: nutrizionesalutefn.it


Scrivi commento

Commenti: 0