Ricerca & Sviluppo

La Cooperativa Sociale Gialla, attiva dal 2010 sul territorio romano, è una Cooperativa Accreditata con Roma Capitale per l’erogazione di servizi di Asilo Nido e con il MIUR per la gestione di Scuola dell'Infanzia. Svolge pertanto prevalentemente attività educativa in regime di convenzione e concessione ed ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2008 e UNI 11034:2008 oltre che il riconoscimento del Bollino Etico di qualità da parte di Roma Capitale per la propria politica di integrazione culturale ed inserimento lavorativo di rifugiati politici. La scelta successiva a partire dal 2014 è stata poi quella di rivolgersi anche ad altri territori, dovendo necessariamente operare una politica di studio ed approfondimento di realtà assolutamente lontane dalla nostra originaria anche e soprattutto per gli aspetti pedagogici e di regolamentazione del settore. Lo studio in questione ha condotto ad oggi alla valutazione della necessità di enucleare elementi di forza innovativi all'interno dei nostri progetti pedagogici che vengono presentanti per la partecipazione ai bandi ai fini della loro valutazione qualitativa. Nel panorama ampiamente diffuso nel nostro paese di ortodossia territoriale dove gli enti concedenti sono fortemente collegati alle realtà territoriali in esso operanti la chance vincente, è quella di approntare un sistema di ricerca programmatica sulla peculiarità della nostra cooperativa, che vede nella integrazione culturale e nell'internazionalizzazione delle culture il suo punto di forza. Occorre quindi intraprendere un percorso che porti alla validazione di un modello pedagogico ed educativo che ponga la proposizione della seconda (L2) e terza (L3) lingua al nido.

_______________

La scuola non è una fermata, è la via che si apre sull'orizzonte da conquistare.

Célestin Frèinet

IL NOSTRO METODO NEI CAMPI DI RICERCA INDIVIDUATI

Basandoci su questi criteri fondamentali ispiratori del metodo educativo del nostro nido il progetto prevede l’attivazione di una ricerca su due piani distinti ma convergenti. Vogliamo porre l’innovazione quale parametro dell’indagine volta ad individuare lo sforzo dell’impresa verso lo sviluppo e la creazione di un servizio nuovo o significativamente migliorato. Rientrano quindi nel concetto di ricerca industriale le indagini critiche o la ricerca pianificata miranti ad acquisire nuove conoscenze da utilizzare per mettere a punto nuovi servizi o notevolmente migliorati.

Multicultura e Intercultura

Il Nido integra le diverse culture presenti nella struttura, progettando esperienze che stimolino l’arricchimento e la conoscenza l’uno dell’altro offrendo l’opportunità di riflettere sull'intercultura intesa nei luoghi educativi come l’insieme di quelle opportunità che si possono mettere in campo nell'accoglienza e nei processi d’integrazione dei bimbi.


Let's start: inglese al nido

“Fino ai tre-quattro anni di età le strutture di base di una lingua si fissano nel cervelletto e vi restano per sempre. Se un bambino impara a percepire e a distinguere i suoni caratteristici di un idioma, non rischierà, crescendo, di diventare sordo a quei suoni e a differenze quasi impercettibili”

Paolo Balboni.



Sviluppo del progetto per l'anno 2016

L’anno 2016 ha visto impegnata la Cooperativa in attività più complesse ed estese a tutti i nuovi servizi. Le risorse già impiegate nel corso dell'anno 2015 sono state coadiuvate da nuovi inserimenti per estendere la base di analisi ed osservazione. Nel corso dell’anno sono stati programmati incontri di coordinamento e rendicontazione ed un focus group accessibile tramite il nuovo sito internet della Cooperativa al quale ogni partecipante al progetto può accedere attraverso una password personale e scambiare idee e competenze acquisite con tutti gli altri partecipanti. L'obiettivo era dunque porre l'innovazione quale parametro dell'indagine volta ad individuare lo sforzo dell'impresa verso lo sviluppo e la creazione di un prodotto nuovo o significativamente migliorato. Rientrano quindi nel concetto di ricerca industriale le indagini critiche o la ricerca pianificata miranti ad acquisire nuove conoscenze da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti o notevolmente migliorati. Le risorse aggiuntive da allocare alla ricerca sono state stimate nel 10% della nuova forza lavoro impiegata dalla Cooperativa nel corso del 2016.

Sono stati attivati protocolli di intesa ed accordi di ricerca scientifica con Cooperativa Sociale Kairos e Cooperativa Sociale Il Quadrifoglio, finalizzate allo scambio delle esperienze ed alla definizione di una comune linea di intervento.

Si è infine provveduto alla costituzione di un Comitato Scientifico per la supervisione delle attività e la validazione dei risultati ottenuti fino alla nascita del modello auspicato dal progetto.

Il Comitato è formato da 4 membri, due interni alla Cooperativa (Paola Savinelli e Dominique Coppola) e due Esterni (Sabrina Saccomandi e Alessandro Capponi).

Sviluppo del progetto per l'anno 2017

BAMBINI TECNOLOGIE E PEDAGOGIA, UNA RELAZIONE DA COSTRUIRE - PROPOSTE OPERATIVE PER L’ANNO 2017

Le nuove tecnologie, sono ormai una presenza diffusa e puntuale nella vita di tutti noi: in ogni contesto della nostra quotidianità, a casa come a scuola, al lavoro come per le strade, veniamo a contatto con una pluralità di “schermi” sempre più sofisticati ed interattivi. Smartphone, tablet, palmari, notebook, lettori MP3, ed altri strumenti ci accompagnano nelle situazioni più varie, e con essi studiamo, parliamo, ascoltiamo, leggiamo, riflettiamo, ci informiamo, organizziamo, ci divertiamo. Anche i bambini, con le dovute differenze e limiti scelti o non dagli adulti, hanno facile accesso a questi strumenti e apparentemente dimostrano, fin da piccolissimi, un’incredibile familiarità d’uso e di pensiero con il mondo della tecnologia: non a caso, vengono definiti digital natives.